Se la mia voce fosse ardita quanto la mia penna

Vuoi stupirmi? Io ci sto.

Così intanto decidiamo se preferiamo fare i duri che vogliono mantenere la loro indipendenza o gli accorti che prima di mettersi in gioco vogliono capire se ne valga la pena. A me un mix fra i due sta benissimo; nel frattempo, però, posso chiederti un paio di cose? Beh, temo proprio che siano più di un paio. A dire il vero alcune non sono nemmeno domande.

È proprio necessario citare, almeno una volta ogni santa volta, sia la tua ex che quell’altra?

Ci credi che la curiosità può vincere la paura?

Sai che non sei l’unico ad avere un passato? (certo che lo sai, ma secondo me non te ne rendi conto appieno; c’è sempre quella vocina a suggerirti che sei l’unico a essere rimasto scottato, o quantomeno che l’ingiustizia che hai subito tu sia tutto sommato più ingiusta di quelle subite dagli altri. Invece: dopo una certa siam tutti ustionati, per forza; ma si impara a sistemare le proprie cicatrici in modo da farne Bellezza).

Mi leggi? (che tu lo faccia mentre ti parlo è sicuro, me ne accorgo; ma di qui, ci passi mai?).

Usa i gesti, per farmi capire. I tuoi mi arrivano dritti dentro (in genere non capita, ho predisposto una serie di filtri che però, per qualche strano motivo che non comprendo pienamente, su di te non fanno effetto. Pur che continui così son disposta a non capire perché tu li superi e altri no).

Lo sai che 6-8 settimane sono tantissime? Dovrai essere veramente, ma veramente creativo.

E per finire: “La fortuna è ciò che ti succede quando il destino si stanca di aspettare”, dice lo scrittore Gregory David Roberts. Se è vero, mi aspetto che presto ti arriverà un’ondata di fortuna. Secondo la mia analisi dei presagi astrali, il destino è stanco di aspettare che tu faccia ciò che serve per aprire il prossimo capitolo della tua vita. Probabilmente una serie di eventi propizi velocizzerà dei cambiamenti rinviati ma necessari. Il mio consiglio? Non intralciare questi colpi di fortuna inaspettati. Lascia che operino la loro magia. (Non sono mica io a dirlo, ma lui, il non-astrologo che riesce a convincere anche gli scettici).

Vetro: tutto quello che è trasparente, duraturo, e va trattato con delicatezza. Quello che può contenere una nave o la marmellata fatta in casa.

24 thoughts on “Se la mia voce fosse ardita quanto la mia penna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...