Il sorriso sbagliato

 

Sul treno c’era questo ragazzo-uomo, le orecchie a sventola e gli occhi che evitano gli occhi. Nella sua divisa verde andava su e giù, toglieva le cartacce e spolverava le briciole dai sedili.

Forse ero stanca, o forse lui voleva rendersi invisibile. L’ho visto, ma non l’ho notato subito.

E quando l’ho guardato mi sono incupita, pensando al motto francese “che lavoro di merda”: avanti e indietro tutto il tempo, ballonzolando come su una passerella di legno e corda, a pulire le immondizie di chi si lamenta che i treni sono sporchi. Evitando qualsiasi contatto umano.

Chissà se a casa, la sera, il pavimento fermo gli dà un po’ di vertigine, mi sono chiesta.
E non è bello da dire, ma mi ha fatto pena.

Così gli ho sorriso; ho aspettato che passasse di nuovo e gli ho sorriso. Ho pensato che un sorriso fa sempre bene.

Ma lui per tutta risposta ha guardato per terra.
Come se non se lo meritasse.
O come se non volesse essere compatito.

E penso che forse gli ho offerto il sorriso sbagliato.

the_train__by_m0thyyku-d38x6fs

Umido: tutto quello che è indistinto, triste e maleodorante. Quello che vorresti mettere fuori dalla porta prima possibile, e che invece andrebbe usato per coltivare il giardino.

Photo: the train by M0THart

Annunci

13 thoughts on “Il sorriso sbagliato

  1. Può essere. Ma secondo me, un sorriso è sempre una cosa preziosa. Soprattutto oggi, che tutti girano coi ceffi immusoniti, immersi nel proprio egoismo. Dovremmo imparare dai bambini, più pronti di noi a condividere la propria allegria con il mondo. Chi non apprezza un sorriso, forse è solo distratto o maleducato. O magari solo imbarazzato, perché nessuno ti regala mai niente. Neanche un sorriso. Ciao

    Liked by 1 persona

  2. Non credo esistano sorrisi sbagliati (forse ad esclusione di quelli sardonici, e quindi un po’ offensivi). Il tuo poi ha tutta l’aria di essere stato un sorriso davvero carino. E’ che sempre più persone sembrano essere incapaci di accettare sorrisi gratuiti. Non parliamo poi di ricambiarli. Riciclalo per una prossima volta 🙂

    Mi piace

    • Eheh, grazie. 🙂 Ho la stessa percezione anch’io. Però effettivamente me lo sono chiesta: se lui cercava di rendersi invisibile, e non aveva affatto voglia di interagire con i viaggiatori, non è stato poco rispettoso da parte mia cercare l’interazione? Vabbè, la sto portando all’estremo per amor di confronto 🙂 Un bel sorriso nuovo di zecca te lo lascio qui; l’altro è andato ormai per la sua strada… chissà, magari invece quest’uomo era timidissimo e però ha apprezzato il sorriso… ‘nsisammai, come dicono in Giappone 🙂

      Liked by 1 persona

  3. Non credo che fosse il sorriso ad essere sbagliato… viste le tue intenzioni. I sorrisi di solito tendono a riflettere i tuoi veri stati d’animo.
    Il punto è che forse non siamo più abituati ai sorrisi, e quindi quando li vediamo non sappiamo riconoscerli.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...